ANDROIDeTecnologia.it
ANDROIDeTecnologia su Twitter ANDROIDeTecnologia su Facebook RSS

Tecnologia NFC

Nel presente articolo vedremo cosa è la tecnologia NFC e cosa è possibile fare con essa nella vita di tutti i giorni semplicemente usando il nostro cellulare.

Tecnologia NFC
La tecnologia NFC (Near-Field-Communication) è una tecnologia di comunicazione a corto raggio bidirezionale che non richiede contatto diretto tra i due dispositivi comunicanti. E' stata sviluppata a partire dal 2004 e nel 2006 fu la Nokia a produrre il primo telefono integrante NFC. Solo recentemente, grazie alla diminuzione dei costi produttivi, questa tecnologia sta incontrando una diffusione massiccia anche in dispositivi di fascia bassa, tanto che si stima che oltre il 90% dei cellulari in commercio supporti NFC.


Near-Field-Communication è l'erede di un'altra tecnologia precedente chiamata RFID (Radio-Frequency-Identification). Mentre però RFID è passivo, NFC instaura una comunicazione attiva bidirezionale tramite rete peer-to-peer. La frequenza di funzionamento è di 13.56 Mhz e ha una velocità massima di 424 kbit/s.

Viene usata principalmente come sistema per i pagamenti mobili quali: Google Pay o Apple Pay. Si avvicina il telefono e possiamo pagare senza l'inserimento di codici. I pagamenti sicuri avvengono tramite il cosiddetto protocolo HCE (Host Card Emulation).

NFC è anche usata nelle cosiddette carte bancomat contactless. E' la tecnologia che sta dietro alla comunicazione tra la nostra carta e il POS quando la avviciniamo per pagare.

In città come Milano, Roma e Torino è possibile pagare il trasporto pubblico tramite questa tecnologia usando solo il proprio cellulare.


Anche i personaggi interattivi amiibo della Nintendo hanno alla loro base la tecnologia di comunicazione NFC.

NFC: Usi interessanti

Ma veniamo a degli usi veramente interessanti di NFC nella nostra vita quotidiana.

Grazie ad Android Beam è possibile scambiare immagini al volo tra due dispositivi usando NFC. In tal caso mentre l'accoppiamento dei dispositivi avviene tramite NFC, per uno scambio più veloce dei dati viene instaurata una comunicazione Bluetooth. Android Beam è una funzionalità supportata nativamente da Android. Per lo scambio delle immagini basta assicurarsi che NFC e Android Beam siano abilitate nei due telefoni, poi si procede così:

Apriamo la foto da condividere (ma anche una mappa o una pagina web) e avviciniamo l'altro dispositivo in modo tale che le parti posteriori dei due siano quasi a contatto. A questo punto il dispositivo emetterà un suono o una vibrazione e l'immagine diventerà più piccola. Dando l'ok si potrà avviare lo scambio.


Esistono poi i tag NFC, acquistabili da Amazon a poco prezzo, con i quali è possibile interagire. Come? Ad esempio usando l'app sveglia Sleep As Android che squilla fino a che il telefono non tocca il tag NFC preconfigurato. Perché non mettere il tag appena fuori della stanza da letto per costringerci ad alzarci la mattina?

I tag NFC possono essere usati come segnaposto per identificare luoghi e per impostare azioni associate. Per l'associazione possiamo usare l'eclettica app IFTTT. Ad esempio è possibile inserire un tag NFC nel cassetto del comodino e configurare il cellulare per entrare in modalità silenziosa non appena lo poggiamo. Per farlo uscire dalla modalità silenziosa basterà allontanare il cellulare dal comodino.



Grazie a NFC è anche possibile ascoltare musica senza bisogno di fili.

Un'altra applicazione della tecnologia è come sostituto di chiavi fisiche per aprire porte e portoni. In alcuni Hotel questa è già una realtà.
Iscriviti al nostro canale Telegram per ricevere i nuovi articoli:

Se ti è piaciuto e pensi possa interessare a qualche tuo amico condividi adesso:

Voto 5.00  1 voti


»